3.5 Pesca e salagione del pesce azzurro - Sciacca

Da marzo ad ottobre

Non si hanno notizie precise circa l’origine di questi sistemi di pesca e conservazione del pesce azzurro. Certamente la tecnica del cianciolo ha origini molto antiche. Oggi l’occasione di consumo ricorrente è data dalla cucina di strada, riproposta dalle friggitorie ambulanti. In passato le sarde salate costituivano il companatico per eccellenza dell’alimentazione contadina. La pesca delle sarde e delle acciughe avveniva tradizionalmente nei mesi estivi, da marzo a ottobre; oggi è praticata quasi tutto l’anno. Il sistema di cattura del pesce è dato da un tipo di rete mobile, il cianciolo, a circuizione, con maglie molto strette, spesse e pesanti, capaci di catturare il pesce in profondità. A Sciacca il processo lavorativo avviene ancora artigianalmente e ha luogo all’interno di quei magazzini dislocati lungo il porto che in passato caricavano il grano, proveniente dall’interno dell’Isola, per essere poi esportato via mare.

Approfondimento REIS

Pesca e salagione del pesce azzurro - Sciacca