Itinerario 1 - Macchine e allestimenti nella Settimana Santa

Il nostro viaggio attraverso le colline dell’entroterra siciliano ci porterà a scoprire centri abitati di piccole e medie dimensioni connessi tra loro da una fervida devozione a Cristo. Il percorso intersecherà bellezze architettoniche, artistiche, naturalistiche e il patrimonio enogastronomico e immateriale dei luoghi visitati, fatto di antichi riti e di saperi locali, tramandati nel tempo e profondamente radicati nella cultura popolare. Il filo conduttore sarà quel sentimento di mesta commemorazione religiosa che, a partire dal Mercoledì Santo, dà vita a spettacolari apparati scenografici e a sontuose processioni che animano e coinvolgono la comunità locale, attirando visitatori e turisti da ogni luogo. Il comune sentimento di dedizione e intima partecipazione delineano la religiosità popolare, in cui i riti pasquali sono segno tangibile di una devozione senza tempo che caratterizza il popolo siciliano da secoli.
L’estrema semplicità dei luoghi e delle comunità presentate ci condurrà in un viaggio all’essenza della Sicilia, isola in cui il calore del sole nutre la terra e l’uomo, fa fiorire mandorleti e maturare uve dalle preziose fragranze, dà linfa alla natura come terreno per il pascolo e la coltivazione di prodotti tipici per una cucina mediterranea dagli sapori esaltanti.
Ci ritroveremo a compiere un viaggio nella storia e nella cultura locale, dalle testimonianze archeologiche preistoriche dei siti limitrofi a San Cataldo e Caltanissetta, incontrando caratteri ellenistici nei centri di Aidone e Morgantina, in cui quell’intima e pura devozione pagana si rintraccia nel forte culto di Demetra. Il percorso prosegue sino alle influenze normanne e spagnole negli impianti urbani e nella sontuosità e teatralità dei riti religiosi. In epoca feudale e barocca ebbero origine le grandi macchine scenografiche effimere e le lunghe processioni, e i riti che annualmente si svolgono nei paesini di Pietraperzia, Aidone e San Biagio Platani fanno rivivere nel mondo contemporaneo l’antico spirito di devozione cristiana che mutano in quei giorni i volti dei luoghi in cui prendono vita.

N.B. All'interno dei beni proposti dall'itinerario, cliccare sull'immagine per effetto zoom/ingrandimento